Monastero di San Lorenzo

Data:
27 Agosto 2022

Monastero di San Lorenzo

L’imponente monastero di San Lorenzo “ad Septimum”, la cui fondazione ad opera dei Longobardi è antecedente all’anno Mille, era posto sulla via consolare romana a sette miglia da Capua, come indicato dalla vicina pietra miliare dalla quale trasse la particolare denominazione. Con l’avvento dei Normanni, il piccolo cenobio benedettino cominciò ad ingrandirsi ed a crescere di importanza, sino a divenire una delle più importanti abbazie dell’Italia meridionale.

In virtù delle donazioni di cui sarà in seguito fatto oggetto, i suoi beni patrimoniali si estenderanno ben oltre la Contea: in Lucania, Calabria, Puglia. Soppresso nel 1807 dai Francesi, ospitò un educandato per le fanciulle della nobiltà fino al 1812, quindi varie istituzioni (scuola militare, orfanotrofio militare, istituto artistico meccanico, ecc.).

L’ex monastero, che aspetta ancora di essere restaurato nel suo complesso, è sede attuale della Facoltà di Architettura del secondo Ateneo di Napoli.

Nonostante le alterazioni morfologiche, dovute ai molti rifacimenti, ed il notevole degrado in cui versa larga parte della struttura, si possono ancora ammirare alcune preziose testimonianze architettoniche, quali: il chiostrino barocco,da cui è stato purtroppo asportato il pozzo in marmo, ed il chiostro grande rinascimentale, ascrivibile agli ultimi anni del ‘500.

Di forma rettangolare, il chiostro grande si sviluppa in due ordini di arcate a tutto sesto, la cui leggerezza risulta notevolmente accentuata dalla maggiore snellezza dell’ordine superiore.

Paragonabile per bellezza di forme a quello della Certosa di San Martino, l’opera è da attribuire sicuramente ad un artista esperto della grande lezione rinascimentale, cui la leggerezza e l’armonia delle forme rimandano.

Tra le testimonianze del periodo normanno rimane il superbo portale in marmo scolpito che adorna l’ingresso della chiesa eseguito, come risulta dall’iscrizione incisa sull’architrave, da un maestro Berardo, ai tempi dell’ abate Matteo, nel XII secolo.

Galleria fotografica (scorri)

Ultimo aggiornamento

27 Agosto 2022, 22:15

Pagina visualizzata 69